• home
  • / news
  • / ISO 45001: nuovo approccio alla certificazione della sicurezza

ISO 45001: nuovo approccio alla certificazione della sicurezza

 

Il 12 marzo 2018 è stata pubblicata la norma ISO 45001: 2018, nuovo standard sulla Salute e Sicurezza sul Lavoro, che sostituirà la precedente BS-OHSAS 18001, non più valida allo scadere dei 3 anni previsti per la transizione.
 
Nel nuovo standard sono stati introdotti alcuni cambiamenti, in larga misura dovuti dall'adozione di una struttura comune per tutti gli standard dei sistema di gestione ISO, ovvero la "High Level Structure" (HLS) che definisce terminologia, requisiti e definizioni comuni. 
Questa impostazione aiuterà le organizzazioni con sistemi di gestione integrati, in quanto vi si ritrovano elementi comuni facilmente assimilabili.

Oltre ai cambiamenti di struttura, vi sono anche delle modifiche specifiche sui contenuti della norma, sebbene molti punti siano riconoscibili nei requisiti OHSAS 18001.
 
PRINCIPALI MODIFICHE INTRODOTTE:
  • Contesto aziendale: introdotte nuove clausole per la determinazione sistematica e il monitoraggio del contesto aziendale.  
  • Lavoratori e altre parti interessate: maggiore attenzione ai bisogni e alle aspettative per i lavoratori e per le altre parti interessate e il coinvolgimento dei lavoratori. 
  • Campo di applicazione: l’Organizzazione deve definire i confini di applicabilità  del proprio Sistema di Gestione coerentemente con la determinazione del contesto includendo attività o processi sotto il proprio controllo o influenza che possono avere un impatto sulle performance per la salute e sicurezza.
  • Gestione dei rischi e delle opportunità: alle aziende spetta la determinazione, la presa in carico e, ove necessario, l’obbligo di intervento per affrontare eventuali rischi o opportunità che possono avere un impatto (positivo o negativo) sulla capacità del sistema di gestione di fornire i risultati previsti, tra cui una maggiore sicurezza e salute sul luogo di lavoro. 
  • Leadership e impegno di gestione: maggiore enfasi sul top management affinché si impegni attivamente e si assuma la responsabilità per l'efficacia del sistema di gestione.  
  • Obiettivi e prestazioni: maggiore attenzione agli obiettivi come fattori di miglioramento e valutazione delle prestazioni.
  • Partecipazione, consultazione e partecipazione dei lavoratori (nuovo).
  • Comunicazione: la ISO 45001 è più prescrittiva rispetto al passato, indicando la necessità di definire cosa, quando e come comunicare. 
  • Approvvigionamento: devono essere presi in considerazione i processi in outsourcing e gli appaltatori.
  • Aspetti documentali: alle Organizzazioni è attribuita maggiore libertà nella gestione della documentazione del Sistema di Gestione.
 
GESTIONE DELLA TRANSIZIONE
 
Fino alla data del 11 marzo 2021, cioè entro i 3 (tre) anni dalla data di pubblicazione della norma ISO 45001:2018, saranno valide sia le certificazioni emesse a fronte della Norma UNI ISO 45001:2018, sia le certificazioni emesse a fronte della BS OHSAS 18001:2007. 
 
A partire dal 12 Marzo 2020 non sarà più possibile effettuare audit in accordo allo standard OHSAS, che verrà definitivamente ritirato il giorno 11 Marzo 2021. Sarà quindi possibile certificarsi solo in accordo al nuovo standard ISO 45001!
 
Le organizzazioni che intendono migrare la propria certificazione OHSAS 18001 alla ISO 45001 potranno farlo in occasione di un audit di sorveglianza, rinnovo o mediante un audit aggiuntivo. In ogni caso tale migrazione richiederà un aggiornamento del contratto di certificazione. 
 
Le aziende attualmente in possesso di un certificato OHSAS 18001 emesso secondo RT 12 (Regolamento Tecnico ACCREDIA), che intendono mantenere la certificazione OHSAS 18001, dovranno effettuare un audit di transizione ai requisiti del documento MD22:2018  in occasione del primo audit utile o, in ogni caso, prima del 19 giugno 2019. È importante considerare che i certificati attualmente validi e riportanti il riferimento a RT12 verranno ritirati il 19 giugno 2019 se non migrati al documento MD22:2018.


GAP-ANALYSIS

Ai clienti CSI è offerta la possibilità di pianificare attività di gap-analysis, finalizzate a valutare il grado di allineamento del Sistema di Gestione alla nuova norme.


Per maggiori informazioniContattare i referenti degli uffici di CSICERT

 
 
Link utili:
 
ISO 45001               https://www.iso.org/standard/63787.html
 

Attenzione: il browser che stai utilizzando è obsoleto, per una corretta navigazione aggiornalo alla versione più recente!